Trasporto pubblico: 6.885 studenti abruzzesi disabili attendono risposte

Trasporto pubblico: 6.885 studenti abruzzesi disabili attendono risposte

Il presidente dell’associazione Carrozzine Determinate, Claudio Ferrante, accende i riflettori sulla condizione di incertezza e attesa che stanno vivendo i 6.885 studenti abruzzesi con disabilità in merito all’organizzazione dei trasporti pubblici, a pochi giorni dalla riapertura delle scuole. “E’ stato dichiarato che per garantire il diritto alla mobilità e allo studio il Governatore della Regione Abruzzo Marsilio ricorrerà anche all’esternalizzazione del servizio – interviene Ferrante – Le normative nazionali ed europee impongono alle compagnie che gestiscono il trasporto pubblico, e non solo, l’acquisto di mezzi accessibili. La stessa imposizione deve valere per l’affidamento del servizio a terzi. Non vorremmo – aggiunge Ferrante – che con l’urgenza contingente di deliberare vengano dimenticati gli alunni e i cittadini con disabilità. Sono troppe le discriminazioni che gli alunni con disabilità subiscono e con il coronavirus la situazione è nettamente peggiorata, ed è per questo che non diamo nulla di scontato nemmeno quando le norme sono chiare come il regolamento dell’Unione Europea n° 181 del 2011 relativo ai diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus”. L’associazione Carrozzine Determinate è soddisfatta che su questo argomento la Regione Abruzzo sia intervenuta prima rispetto alle altre regioni italiane, ma ricorda a Marsilio e al sottosegretario ai trasporti D’Annuntiis che non è importante arrivare per primi, ma arrivare bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *