Trasporto pubblico: depotenziati anche i collegamenti Teramo-L’Aquila

Trasporto pubblico: depotenziati anche i collegamenti Teramo-L’Aquila

Problemi in arrivo dalla prossima settimana per chi deve viaggiare in autobus tra Teramo e L’Aquila. Lo anticipa la Cgil Teramo che, nella giornata di mercoledì 29 gennaio, illustrerà in conferenza stampa quello che definisce il “pacco doppio” confezionato da Regione Abruzzo e TUA Spa agli utenti, soprattutto pendolari per motivi di studio e lavoro, della provincia di Teramo.

“Avevamo denunciato che la riorganizzazione della tratta Giulianova-Teramo-Roma così come presentata dall’azienda non sarebbe stata più affidata ad un collegamento diretto, ma il percorso si sarebbe interrotto a L’Aquila e si sarebbe dovuto proseguire con coincidenze cambiando l’autobus prima di riprendere la traversata verso Roma”, dichiarano in un comunicato Giovanni Timoteo e Domenico Fontana, rispettivamente segretario della Camera del Lavoro di Teramo e della Filt Cgil provinciale. “Avevamo denunciato l’inizio della privatizzazione del servizio, attraverso le sub-concessioni, e una chiara riduzione dei servizi di mobilità per il nostro territorio. A quelle denunce pre-natalizie, la politica e il presidente di TUA avevano risposto che nulla sarebbe cambiato e che per i viaggiatori restavano garantite le stesse condizioni e la stessa fruibilità dei servizi”. Ma per la Cgil si è trattata di una “bugia colossale”, in quanto “anche i servizi che collegano Teramo con l’Aquila saranno penalizzati”.

IL SERVIZIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *