VIDEO | Ciclismo, l’Abruzzo si tinge di rosa con tre tappe del Giro d’Italia

VIDEO | Ciclismo, l’Abruzzo si tinge di rosa con tre tappe del Giro d’Italia

3.471 km per l’edizione numero 104 del Giro d’Italia di ciclismo che partirà dal prossimo 8 maggio per concludersi il 30. Ben tre le tappe che interesseranno l’Abruzzo per quasi 300 chilometri che i corridori percorreranno sul nostro territorio. Venerdì 14 Maggio la settima tappa, di 181 km, partirà da Notaresco per concludersi a Termoli. Domenica 16, invece, lo scenario sarà completamente diverso perché si attraverseranno ben tre parchi nazionali, con partenza da Castel di Sangro e arrivo fissato a Campo Felice – Rocca di Cambio di 158 km con arrivo sullo sterrato: nel passaggio scollinamento a Passo Godi ed Ovindoli. Lunedì 17 il gran finale con la partenza della decima frazione, da L’Aquila a Foligno (139 km).

La kermesse è stata presentata questa mattina a Palazzo Silone a L’Aquila alla presenza dell’assessore allo sport della Regione Abruzzo, Guido Quintino Liris e due grandi firme del ciclismo nazionale, il commissario tecnico dell’Italia, Davide Cassani e Stefano Garzelli, ora commentatore televisivo e vincitore del Giro nel 2000. Testimonial il cantante del Volo, Gianluca Ginoble mentre era presente colui che ha lavorato intensamente per portare le tre tappe in Abruzzo, il referente della RCS, Maurizio Formichetti.

“L’Abruzzo rafforza il suo rapporto di fiducia con il Giro d’Italia e questo consentirà di promuovere le città, i nostri Parchi, l’Abruzzo interno e quello costiero, le bellezze architettoniche e naturali. Per noi – ha spiegato l’assessore allo sport della Regione Abuzzo, Liris – è un grande orgoglio poter ospitare ancora la corsa rosa, peraltro con la possibilità di poter esporre il glorioso Trofeo senza fine già un mese prima dell’arrivo della carovana: questo ci consentirà di attivare una programmazione turistica, culturale e naturalistica. La Regione ribadisce la sua strategia: puntare sui grandi eventi, pur nelle difficoltà, è un modo efficace per promuovere la nostra regione in tutte le sue forme. Abruzzo che si conferma un territorio in grado di offrire scenari naturali di primo livello abbinati a una organizzazione adeguata alle competizioni. Un mix che consente di lanciare un segnale preciso: lo sport abruzzese è più vivo che mai e si appresta a vivere una nuova rinascita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *