Turismo: Febbo, 30 operatori esteri in visita al Gran Sasso

Turismo: Febbo, 30 operatori esteri in visita al Gran Sasso

Conoscere e promuovere il territorio del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, tra le aree protette più grandi d’Europa, situato nel cuore dell’Appennino, dove è possibile incontrare un susseguirsi di paesaggi suggestivi, eccezionali da un valore ambientale e culturale ineguagliabili con la presenza di ben tre riserve naturali regionali e tre Parchi territoriali attrezzati: questo l’obiettivo del primo “Workshop degli Appennini”, in programma all’Aquila dal 15 al 17 novembre. A segnalare l’evento è l’assessore al Turismo, Mauro Febbo. “L’iniziativa, organizzata in collaborazione con Enit e Distretto turistico montano del Gran Sasso e delle due Dmc di riferimento per i versanti teramano e aquilano, vedrà il coinvolgimento diversi giornalisti nazionali ed esteri provenienti da Germania, Francia, Inghilterra, Austria, Olanda, Polonia e Repubblica Ceca e di 30 tour operator interessati ad aggiungere questo territorio nei cataloghi con vacanza attiva, montagna, borghi, turismo esperienziale, natura, cultura, arte, riserve naturali e parchi dell’Abruzzo appenninico. Gli ospiti – prosegue l’assessore Febbo – avranno modo di visitare il Gran Sasso attraverso piccoli tour e vivere le diverse attività proposte, dall’escursionismo alla gastronomia, e incontrare gli operatori della nostra offerta turistica”. Il workshop prevede, oltre alla giornata di itinerari sul Gran Sasso, due eventi che si terranno presso il Palazzo dell’Emiciclo all’Aquila. Nello specifico, venerdì 15 novembre le parole chiave ‘sostenibilità e turismo attivo’ orienteranno il forum degli Appennini, suddiviso in una prima parte in cui saranno presentate testimonianze e best practice da tutta Italia. Sabato 16 invece, mentre per i giornalisti è stato predisposto un press tour sul Gran Sasso in collaborazione con l’Abruzzo Film Commission, i tour operator avranno l’occasione di incontrare gli operatori del turismo locale. “L’evento – conclude l’assessore – rappresenta una grande occasione commerciale per gli oltre 100 operatori abruzzesi che si sono accreditati e che avranno l’opportunità di avere incontri e confronto con i buyer di diversi paesi europei e vendere direttamente i propri prodotti turistici. Il comprensorio del Gran Sasso d’Italia e Monti della Laga custodisce tesori d’arte e architettura: un patrimonio di chiese, abbazie, eremi e santuari, saperi, enogastronomia e artigianato che devono essere oggetto di promozione poiché stanno a sostegno del brand Abruzzo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *