VIDEO | Basket/B, il cuore oltre l’ostacolo: la TaSp batte Mestre nello scontro salvezza

VIDEO | Basket/B, il cuore oltre l’ostacolo: la TaSp batte Mestre nello scontro salvezza

Nel momento più importante e decisivo della stagione la Rennova Teramo a Spicchi tira fuori una prestazione di orgoglio e di carattere, battendo tra le mura amiche del Pala Acquaviva Mestre (con il punteggio di 76 a 64) in quello che è stato un vero e proprio scontro diretto per la salvezza. Partita che, manco a dirlo, si preannunciava difficile e ricca d’insidie per i biancorossi, vuoi per la pesante posta in palio, vuoi per la caratura degli avversari, vuoi per la pressione di doverti giocare in casa un match crocevia e di dover affrontare anche i tuoi fantasmi. I ragazzi di coach Salvemini, dopo la bella vittoria contro Monfalcone e la sconfitta a testa alta contro Vicenza, hanno confezionato una vittoria di cuore per il modo in cui è arrivata, una vittoria che accresce ulterioramente la fiducia in tutto il gruppo che adesso può e deve credere anche nella salvezza diretta, ragionando ovviamente partita dopo partita.

L’inizio è molto positivo per la Teramo a Spicchi che confeziona un primo quarto ottimo su entrambi i lati del campo, con una difesa dinamica a dare fluidità in attacco. Mestre sembra spaesata, con coach Coen che non riesce a trovare la quadratura nonostante le ampie rotazioni a sua disposizione, e la prima frazione si chiude sul 23-13. La bellezza del Girone C però sta tutta nell’imprevedibilità delle partite e infatti l’inerzia cambia completamente nel secondo quarto. I veneti alzano i decibel in difesa e cominciano a pungere in fase offensiva, confezionando un break eloquente di 29 a 8. I biancorossi perdono completamente il ritmo e vanno sotto nel punteggio (31-42 all’intervallo lungo).

Ma, proprio quando sembrano affiorare i fantasmi e le incertezze, i ragazzi di coach Salvemini rispondono con veemente furia agonistica che si concretizza nelle triple pazzesche di Rossi e Serroni, ben coadiuvati in questo frangente dalla lucidità di Francesco Faragalli. Il parziale per la Teramo a Spicchi è devastante e il terzo quarto si chiude sul 59-56 per Di Bonaventura e compagni. L’intensità per i teramani non scende nell’ultimo quarto; Mestre perde progressivamente fiducia, sbagliando anche tante conclusioni facili mentre la Rennova continua a tenere alta la concentrazione, grazie a delle giocate concrete e decisive di Michel Guilavogui che sigillano una vittoria chiave e più che meritata.

Adesso testa alla prossima partita, che vedrà i biancorossi impegnati in trasferta contro San Vendemiano. Mai come questa volta i ragazzi di coach Salvemini devono puntare ad ottenere il colpo esterno per poter mettere un altro, importante tassello nella corsa salvezza.

Lorenzo Mazzaufo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *