VIDEO | Covid 19, Marsilio: “Abbiamo mostrato a Speranza le nostre capacità”

VIDEO | Covid 19, Marsilio: “Abbiamo mostrato a Speranza le nostre capacità”

“Spero che questa visita sia stata utile per far comprendere al ministro come l’Abruzzo stia partecipando attivamente a questa battaglia contro il Covid, come sappia spendere bene i fondi con progetti all’altezza delle necessità”. E’ il commento del presidente della Regione, Marco Marsilio, che questa mattina ha accompagnato il ministro della salute, Roberto Speranza, in una giornata tutta abruzzese iniziata con la visita nella sede della Piccola Opera Charitas di Giulianova e conclusasi all’università di Teramo dopo la visita in ospedale e all’Istituto zooprofilattico. “Abbiamo fatto toccare con mano la nostra capacità di spendere bene, in tempi brevi – ha detto Marsilio – i fondi del potenziamento della rete Covid. Il ministro, infatti, ha visitato l’ospedale Mazzini con i reparti di terapia intensiva e subintensiva e pronto soccorso, realizzati in pochi mesi riutilizzando locali abbandonati da anni. E’ stato poi all’istituto zooprofilattico di Teramo – ha aggiunto Marsilio – dove ha preso atto della qualità dei nostri laboratori, primi in Italia ad individuare le varianti del virus, oltre ad avere una capacità straordinaria di processare migliaia di tamponi. Ho annunciato al ministro che, nei prossimi giorni, saremo in grado di depositare al ministero il riordino della rete ospedaliera, proprio per riportare la sanità più prossima ai cittadini e ai territori come questa esperienza ci insegna. Ci auguriamo di trovare apertura mentale e flessibilità ad accogliere la richiesta dell’Abruzzo frutto di un lungo confronto con territorio e con operatori sanitari e sociosanitari nonché piena e sincera collaborazione tra le istituzioni”.

“Siamo grati per la presenza del Ministro – ha dichiarato a margine della visita l’assessore Nicoletta Verì – L’Abruzzo ha dimostrato di essere una grande comunità che ha saputo reagire di fronte alla pandemia e di saper utilizzare a pieno i fondi messi a disposizione con una grande capacità di resistenza e coesione anche tra istituzioni. Per questo ringrazio il rettore che ha dato la possibilità di creare un centro vaccinale nel campus universitario attraverso una convenzione con la Asl”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *