VIDEO | Non si sblocca la vertenza ATR: nuova riunione giovedì 30 aprile

VIDEO | Non si sblocca la vertenza ATR: nuova riunione giovedì 30 aprile

Si è tenuto questa mattina in videoconferenza un incontro convocato dalla Prefettura di Teramo sulla situazione aziendale alla presenza del Prefetto di Teramo, dei segretari di FIM, FIOM e UILM e della RSU, del Presidente Antonio Di Murro e della consulente del lavoro per l’ATR srl, della direttrice provinciale dell’INPS, dell’Assessore regionale al lavoro Piero Fioretti, del Presidente della Provincia Diego Di Bonaventura e del Sindaco di Colonnella.

Rispetto alla situazione del pagamento della cassa integrazione, l’INPS ha esposto le problematiche ancora esistenti per l’approvazione della stessa e ha illustrato quali dovranno essere le azioni che l’azienda dovrà metter in atto per avere nel giro di qualche giorno l’approvazione della cassa. Tale approvazione è necessaria affinché l’azienda possa predisporre ed inviare i modelli SR41 che consentono all’INPS la liquidazione individuale della cassa integrazione. La consulente aziendale ha dichiarato di essere in grado di predisporre i modelli e l’INPS ha dichiarato che a quel punto gli stessi saranno subito elaborati e messi in pagamento. Da quella data i soldi saranno disponibili secondo i “tempi bancabili”.

Le Organizzazioni Sindacali hanno ribadito che i ritardi e la gestione non precisa della cassa, dimostrano, ancora una volta, l’assoluto disinteresse aziendale a risolvere i problemi dei lavoratori: sarebbe stato normale e scontato, era tra l’altro una delle richieste che avevamo effettuato al momento della sottoscrizione dell’accordo, che la domanda venisse preparata ed inviata immediatamente e con attenzione, evitando di generare ulteriori ritardi e problemi ai dipendenti.

Riguardo gli stipendi arretrati il dott. Di Murro, più volte sollecitato anche dal Prefetto, ha dichiarato che saranno pagati, orientativamente, entro la fine di aprile, non appena si definirà l’operazione bancaria che sta effettuando con un istituto estero.

I sindacati però hanno chiesto ai rappresentati degli enti locali presenti, a cominciare dall’Assessore regionale Fioretti, di trovare degli strumenti che consentano ai lavoratori di ATR di sopravvivere in queste settimane di attesa. L’Assessore Fioretti ha però escluso che si riesca a trovare una formula per accogliere la richiesta.

Su proposta della Prefettura, anche in considerazione della genericità delle risposte avute dall’ATR sia riguardo il pagamento degli arretrati che sulla definizione della cassa integrazione, è stata convocata una nuova riunione per giovedì 30 aprile.

IL SERVIZIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *