VIDEO | Serie C, il Teramo batte il Bisceglie e mette le mani sui playoff

VIDEO | Serie C, il Teramo batte il Bisceglie e mette le mani sui playoff

Le mani sui playoff. Vittoria doveva essere e vittoria è stata, non solo per cancellare l’onta del ko di Cava de’ Tirreni, ma soprattutto per mettersi in tasca l’obiettivo stagionale. Missione compiuta per il Teramo rimaneggiato che, nonostante infortuni e squalifiche, ha avuto la meglio del Bisceglie con un gol per tempo. Domenica fortunata per il Diavolo che, complici le sconfitte di Foggia e Monopoli, non solo ipoteca la post-season ma si riprende anche il settimo posto.

Paci fa fronte all’emergenza in difesa chiedendo a Cappa di sacrificarsi terzino sinistro e spostando sul lato opposto Piacentini, per lasciare la zona centrale a Soprano e Trasciani. In attacco la novità è Kyeremateng al posto di Pinzauti. Al primo affondo il Teramo passa in vantaggio: 8’ minuto, Bombagi riceve palla e infila di sinistro sul palo lungo la sua ottava rete stagionale. Al 15’ doppia occasione per il raddoppio: Costa Ferreira centra il palo, sugli sviluppi dell’azione Arrigoni impegna Spurio dalla distanza. Il Teramo conduce un primo tempo senza affanni, in assoluto controllo.

La ripresa è più vivace. Ci prova subito Maimone con una botta a lato. Risponde Costa Ferreira con un sinistro alto da buona posizione e al 4’ Ilari va vicinissimo al raddoppio, ma Spurio risponde d’istinto. Un minuto dopo arriva l’episodio che chiude la gara. Fallo ingenuo di Sartore su Santoro: è calcio di rigore. Dal dischetto il capitano Arrigoni fa sfoggio di sangue freddo e realizza. I pugliesi, penultimi in classifica, hanno il merito di non mollare e impegnano in più occasioni Lewandowski. Al 13’ Mansour stacca più alto di tutti ma non centra la porta. Replica immediata di Bombagi, palla fuori di un niente. Al 17’ il numero uno di casa si oppone alla grande a Mansour, Makota si avventa sulla palla vagante ma spedisce clamorosamente fuori a porta vuota. Ultimo atto del duello tra Mansour e Lewandwski al 22’: a vincere è ancora il polacco. Nel finale c’è spazio solo per le ammonizioni ai diffidati Ilari e Santoro e per l’infortunio alla caviglia che costringe ad uscire dal campo Arrigoni. Finisce 2-0: tre punti per rispondere alle critiche e blindare i playoff. Domenica penultima di campionato ad Avellino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *