VIDEO | Sono 136 i ComuniCiclabili: a Pineto la consegna delle bandiere gialle

VIDEO | Sono 136 i ComuniCiclabili: a Pineto la consegna delle bandiere gialle

Arona (NO), Diano Marina (IM), Forte dei Marmi (LU), Lonigo (VI), Massa Marittima (GR), Piaggine (SA), Roccagloriosa (SA) e Sarego (VI) sono, in ordine alfabetico, le ultime otto nuove città entrate per l’edizione 2020 nella rete ComuniCiclabili, il progetto ideato nel 2017 da FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta per verificare e valutare il grado di ciclabilità dei territori. Ad oggi sono ben 136 le città italiane su cui sventola la bandiera gialla di ComuneCiclabile: una realtà che, nell’insieme, rappresenta 9,3 milioni di persone, ovvero più del 15% della popolazione italiana. Le altre new entry del 2020 in FIAB ComuniCiclabili sono state: Roma Capitale (che ha ritirato la bandiera gialla della ciclabilità italiana a inizio luglio e che, in considerazione della estensione territoriale e della struttura policentrica, ha avuto una valutazione specifica per ognuno dei suoi 15 Municipi), Firenze, Arezzo, Desio (MB), Vasto (CH), Merano (BZ), Mira (VE), Valdagno (VI), Santarcangelo (RN), San Salvo (CH) e Breda di Piave (TV), che avevano già ricevuto il riconoscimento a fine 2019.

La cerimonia di chiusura dell’edizione 2020 con la consegna degli attestati e delle bandiere agli 8 nuovi membri e ai Comuni che hanno rinnovato la presenza a questa terza edizione, si è svolta martedì a Pineto, che era stato il primo Comune italiano ad aver aderito a FIAB ComuniCiclabili tre anni fa. Obiettivo principale dell’iniziativa ComuniCiclabili è quello di sostenere e accompagnare le amministrazioni locali nelle loro politiche bike-friendly e nell’impegno per lo sviluppo di una mobilità sostenibile. La valutazione del grado di ciclabilità della città e del suo territorio avviene attraverso criteri oggettivi e misurabili sulla base di specifici parametri in quattro aree: infrastrutture urbane, cicloturismo, governance e comunicazione, promozione. L’attestazione di ComuneCiclabile rilasciata da FIAB è affiancata da un punteggio (da 1 il minimo a 5 il massimo) espresso in bike-smile sulla bandiera gialla che è ormai simbolo di ComuniCiclabili.

 “Osservando oggi la mappa di ComuniCiclabili possiamo affermare che c’è stato un incremento di presenze sull’asse Nord-Ovest / Sud-Ovest grazie agli ultimi comuni a vocazione turistica entrati nel circuito, dal lago Maggiore con Arona alla Liguria con Diano Marina e poi Forte dei Marmi e Massa Marittima in Toscana fino al Cilento con Piaggine e Roccagloriosa, che tende a riequilibrare l’ormai consolidata presenza di ComuniCiclabili nell’asse Est della penisola, dal Friuli Venezia Giulia alla Puglia – commenta Alessandro Tursi, presidente di FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta e ideatore del progetto ComuniCiclabili. Tra le ultime new entry merita un plauso la città di Forte dei Marmi con i suoi 4 bike smile sulla bandiera gialla, ma una citazione particolare va anche alle località che negli anni hanno migliorato il loro punteggio grazie allo sviluppo di specifici ulteriori interventi a favore della mobilità ciclistica, proprio come è nello spirito del progetto ComuniCiclabili, che vuole accompagnare e stimolare le amministrazioni in un virtuoso cammino verso lo sviluppo di una mobilità sempre più sostenibile. Passano così da 3 a 4 bike-smile Concordia sulla Secchia (MO), Novellara (RE), Feltre (BL) e Borgarello (PV); mentre passano da 2 a 3 bike-smile i comuni di San Donato Milanese (MI) e Sassuolo (MO). Questi i punteggi assegnati agli ultimi otto località entrate nella rete di ComuniCiclabili: Arona (NO) – 2 bike-smile; Diano Marina (IM) – 1 bike-smile; Forte dei Marmi (LU) – 4 bike-smile; Lonigo (VI) – 2 bike-smile; Massa Marittima (GR) – 1 bike-smile; Piaggine (SA) – 1 bike-smile; Roccagloriosa (SA) – 1 bike-smile; Sarego (VI) – 2 bike-smile. Sul sito www.comuniciclabili.it è possibile consultare le pagelle relative alle valutazioni di tutti i comuni presenti in rete con i punteggi ricevuti nei diversi ambiti di valutazione previsti dal progetto.

“Siamo onorati di aver ospitato nella nostra Pineto, nella splendida cornice della Torre di Cerrano la cerimonia della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta per la consegna della bandiera gialla della ciclabilità italiana a nuovi comuni dell’edizione 2020 e alle realtà che hanno rinnovato la loro presenza nella rete, – commentano il sindaco di Pineto Robert Verrocchio e l’assessora alla mobilità sostenibile del Comune di Pineto, Jessica Martella – anche Pineto ha ottenuto l’ambìto riconoscimento di ComuneCiclabile nella prima edizione dell’iniziativa, ottenendo quattro bike smile. La nostra città si sta distinguendo in particolare nel settore della sostenibilità: questo riconoscimento, insieme alla 17esima Bandiera Blu, alle Quattro Vele di Legambiente e alla quinta Bandiera Verde dei pediatri, ci sprona ad alzare sempre di più l’asticella e, in un periodo così difficile legato all’emergenza da Covid-19, stiamo promuovendo il turismo con campagne promozionali che puntano proprio su questi aspetti, la tutela dell’ambiente, lo spazio verde disponibile, la qualità dell’aria e dell’acqua e i tanti servizi presenti”. Tra qualche settimana saranno aperte le candidature per edizione 2021 di FIAB-ComuniCiclabili che, a ulteriore conferma dell’autorevolezza del progetto, ha già ricevuto per la nuova edizione il patrocino del MIT – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Anche Tortoreto è stata insignita, per la terza volta, della Bandiera Gialla Fiab. “Il Progetto ComuniCiclabili – ricorda il sindaco Domenico Piccioni – da tre anni attesta, con verifiche e valutazioni molto precise, la ciclabilità dei Comuni in base a parametri ben definiti: infrastrutture urbane, governance e comunicazione. Dunque, la Bandiera Gialla non premia, bensì dimostra quanto fatto da Tortoreto per creare i presupposti di una città a misura d’uomo e perfettamente ciclabile”.

“Il Comune di Tortoreto fa della sua pista ciclabile un vanto ed un biglietto da visita per i tanti turisti – prosegue l’assessore al turismo, alla cultura ed alle politiche giovanili Giorgio Ripani – da questa premessa, l’amministrazione comunale ha avviato una serie di strategie per incrementare la ciclabilità: non solo eventi ed iniziative per cittadini ed ospiti estivi, come le escursioni in mountain bike, ma anche la progettualità strategica del Biciplan comunale”. Il Biciplan del Comune di Tortoreto è un programma della mobilità ciclistica cittadina che, nel medio periodo, individua i principali percorsi ciclabili da realizzare con la loro tipologia, priorità e gerarchia. Un importante aspetto del Biciplan è anche quello della promozione dell’uso della bicicletta con obiettivi, strategie ed azioni specifiche e con un monitoraggio costante: prevede i principali ciclo-servizi come parcheggi protetti, ciclonoleggi, intermodalità con il trasporto pubblico. L’importantissima scelta programmatica di prevedere un biciplan per Tortoreto, i cui fondi necessari sono stati già stanziati nel bilancio di previsione 2020, è stata raggiunta anche grazie all’impegno dell’assessore alla viabilità Arianna Del Sordo, a cui il sindaco Piccioni ha assegnato la delega “Spazio pubblico bene comune”. Una località caratterizzata da mobilità dolce e, quindi, più vivibile rappresenta un forte attrattore per le famiglie con bambini e, nell’ottica di investire sempre di più nella mobilità sostenibile, anche verso le tipologie di turismo legate alla bicicletta. Oltre alla Bandiera Gialla – ricorda l’assessore Ripani – Tortoreto vanta infatti il riconoscimento di Città della corsa e del cammino FIDAL e sempre più attività ricettive si stanno fregiando del titolo di “AlbergaBici” FIAB e “Bike Friendly” Regione Abruzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *