VIDEO | Teramo, buona la prima: Santoro e Di Francesco stendono il Palermo

VIDEO | Teramo, buona la prima: Santoro e Di Francesco stendono il Palermo

Il Teramo parte col piede giusto in campionato, dimostrando che il successo di Piacenza in Coppa Italia non è stato un lampo isolato. Nel “Bonolis” di nuovo aperto al pubblico (308 spettatori, di cui 149 abbonati) i biancorossi di Massimo Paci piegano 2-0 il Palermo, nobile decaduta e ancora alla ricerca della sua vera fisionomia.

L’undici iniziale del Teramo è lo stesso della gara di mercoledì, viste le squalifiche di Piacentini e Cappa e le assenze di Mejri, Di Matteo e Minelli, oltre a Martignago prossimo all’addio. Paci insiste su Diakite centrale di difesa (altra prova convincente dell’ex Agnonese) e Santoro accanto ad Arrigoni. Pinzauti vertice avanzato con Ilari, Costa Ferreira e Bombagi alle spalle. Negli ospiti in campo gli ultimi arrivati Odjer e Kanoute (ex Catanzaro), in panchina Santana. Minuto di raccoglimento in memoria di Daniele De Santis, l’arbitro assassinato a Lecce insieme alla fidanzata.

Il primo tiro in porta arriva dopo meno di un minuto ed è di marca ospite: Palazzi dalla distanza non impensierisce Lewandowski. La fase centrale del primo tempo è molto tattica: il Teramo prende in mano le redini del match costringendo i siciliani nella loro metà campo. Ma le occasioni non arrivano. Anzi il Palermo insidia di nuovo la porta biancorossa al 37’ con un calcio di punizione di Floriano che lambisce l’incrocio. Solo Ilari al 45’ con un sinistro da fuori chiama in causa Pelagotti. Predominio territoriale ma 0-0 al rientro negli spogliatoi. La concretezza mancata nella prima frazione arriva nella ripresa. Subito Diavolo pericoloso con Pinzauti di testa dopo due minuti, palla fuori. Il gol arriva al 13’: il Teramo esce dal pressing avversario fraseggiando a metà campo, Costa Ferreira alza la testa e premia l’affondo di Santoro che si presenta al cospetto di Pelagotti e lo infila sul secondo palo. Primo gol in Serie C per l’ex Primavera rosanero e grande esultanza del gruppo biancorosso. Pochi minuti e Pinzauti va vicino al raddoppio con un colpo di testa che sfiora il palo. L’unica conclusione del Palermo arriva su calcio di punizione dalla distanza di Silipo al 33’, Lewandowski in angolo. Il gol della sicurezza arriva a 10 dal termine. È l’ultimo arrivato, Davide Di Francesco, ad ergersi a protagonista: pochi secondi dal suo ingresso in campo per raccogliere l’invito di Bombagi, puntare il mirino e bucare in diagonale la rete avversaria. È il 2-0 finale con cui il Teramo brinda all’esordio. Mercoledì il secondo turno di Coppa a Reggio Calabria, domenica prima trasferta in campionato a Bari.

IL SERVIZIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *