WWF Abruzzo, tornano i consigli per aiutare l’avifauna nel periodo più freddo dell’anno

WWF Abruzzo, tornano i consigli per aiutare l’avifauna nel periodo più freddo dell’anno

Con l’arrivo dell’inverno, tornano i consigli, da parte del WWF Abruzzo, per aiutare l’avifauna.

Piccoli gesti alla portata di tutti possono essere un aiuto prezioso per l’avifauna che durante l’inverno, a causa delle prime nevicate e delle basse temperature, può trovarsi in difficoltà. Come ogni anno il WWF ricorda le accortezze da seguire per attivare le mangiatoie e dare sostegno a questi animali nella stagione fredda. Fornendo con regolarità cibo dalle nostre case, terrazzi o giardini potremo dare un supporto all’avifauna: semi, frutta o biscotti andranno benissimo per i piccoli uccelli.  

Le mangiatoie possono essere di vario tipo, costruite in legno e posizionate su un palo, acquistate nei negozi specializzati, ma anche realizzate in modo semplice e creativo usando materiale di recupero. In rete si possono trovare molti esempi e suggerimenti per la costruzione e il corretto funzionamento delle mangiatoie.  

Passeri, cince, merli, storni, pettirossi, fringuelli, codirossi, ma anche tantissime altre specie meno comuni potranno venire a farci visita… si rimarrà stupiti dalla grande biodiversità presente così vicino a noi. Collegandosi al sito https://www.naturaitaliaindiretta.it/ si potranno osservare in tempo reale, grazie alle webcam appositamente istallate, le mangiatoie dell’Oasi WWF e Riserva regionale Lago di Penne, un esempio di quanta vita e quante specie possono ritrovarsi intorno a un semplice punto di alimentazione.  

Grazie alle mangiatoie potremo, inoltre, osservare queste specie più da vicino e, senza disturbarle, imparare a riconoscerne le caratteristiche e il comportamento.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *